Privacy Policy Masse pancreatiche: non sono tutti tumori! – UniPancreas

Masse pancreatiche: non sono tutti tumori!

Masse pancreatiche: non sono tutti tumori!

Prendiamo spunto da un caso accaduto di recente, per ricordare che non tutte le “neoformazioni solide” pancreatiche sono tumore o carcinomi

Il dato è noto agli Specialisti, ma spesso può causare errori terapeutici perché è piuttosto difficile distinguere il carcinoma da queste più rare forme di infiammazione che creano vere e proprie masse.

Il caso recente è quello di una giovane donna che si sottopone ad un’ecografia addome per dolori. Subito il quadro appare grave: si dimostra un tumore del pancreas di circa 2 cm. L’approfondimento porta ad effettuare una RMN addome con mdc e le immagini pur interpretate da esperti radiologici, pongono il sospetto del carcinoma pancreatico, accompagnato da un seppur modesto rialzo dei marcatori tumorali, il Ca19/9 in particolare. La massa retrodilata il dotto di Wirsung e questo è un segno di allarme quasi patognomonico di neoplasia. Abbiamo sottolineato il quasi perché la pancreatite autoimmune, seppur in una minoranza dei casi, determina quadri analoghi.

Nonostante la biopsia ottenuta in ecoendoscopia non sia dirimente, e il dosaggio delle IgG4, una sottoclasse di immunoglobuline sensibile ai quadri di autoimmunità, due elementi ci inducono a tentare una terapia medica: segni RMN seppur iniziali di colangite sclerosante e un lievissimo miglioramento del quadro RMN a distanza di un mese tra un esame e il successivo, rilevato solo dopo accurata discussione durante il meeting multidisciplinare.

A questo punto dopo accesa discussione, informando la Paziente dei rischi e dei benefici si decide di proporre un trattamento con terapia Corticosteroidea. Dopo 20 giorni di terapia, il Ca19/9 rientra nei range di normalità e dopo 4 settimane, alla nuova RMN la massa è sparita!

A rivedere le immagini della prima RMN il Radiologo commenta che sono patognomoniche di cancro! Solo l’accurato studio, la conoscenza, la discussione nel Meeting Multidisciplinare, hanno permesso un coraggioso trattamento medico e il risparmio di un pezzo di pancreas per la nostra Paziente, finalmente sollevata dopo un periodo di comprensibile angoscia e stress.